Richiesta Preventivo

 

Il D.L. 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27: articolo 9 comma 4, prevede che il compenso per le prestazioni professionali è pattuito, nelle forme previste dall’ordinamento, al momento del conferimento dell’incarico professionale. Il professionista deve rendere noto al cliente il grado di complessità dell’incarico, fornendo tutte le informazioni utili circa gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento fino alla conclusione dell’incarico e deve altresì indicare i dati della polizza assicurativa per i danni provocati nell’esercizio dell’attività professionale. In ogni caso la misura del compenso è previamente resa nota al cliente con un preventivo di massima, deve essere adeguata all’importanza dell’opera e va pattuita indicando per le singole prestazioni tutte le voci di costo, comprensive di spese, oneri e contributi.
La richiesta di un preventivo per la stipula di un atto notarile deve contenere l’indicazione dell’atto da stipulare, e tutte le informazioni necessarie per determinare l’onorario, le spese e le imposte da applicare, è quindi necessario indicare:

  1. nome e cognome
  2. indirizzo email
  3. recapito telefonico
  4. tipologia di atto da stipulare completa di tutti gli elementi necessari per la determinazione delle diverse voci che compongono il preventivo
  5. periodo approssimativo di stipula

Per l’acquisto di immobili, sarà necessario indicare:

  • se l’acquisto è da privato o da società;
  • se si acquista come privati o nell’esercizio di attività imprenditoriali;
  • la categoria catastale dell’unità immobiliare da acquistare;
  • il prezzo concordato;
  • la rendita catastale;
  • se si acquista come privato, se si hanno i requisiti per l’agevolazione prima casa.

Qualora collegato all’acquisto vi sia un mutuo:

  • importo della somma mutuata;
  • importo dell’ipoteca (solitamente pari al doppio della somma mutuata).

Per la stipula di un mutuo non collegato ad acquisto immobiliare:

  • importo della somma mutuata;
  • importo dell’ipoteca;
  • dati catastali dell’immobile da ipotecare.

Per la costituzione di una società:

  • tipo sociale prescelto;
  • capitale sociale;
  • natura dei conferimenti.

Per tutte le altre tipologie di atti vi invitiamo ad inserire una descrizione completa dell’atto da stipulare.
ATTENZIONE: in mancanza di tutte le informazioni previste, non sarà possibile rispondere alla vostra richiesta. Con l’invio della richiesta di preventivo confermate di avere preso visione dell’informativa sulla privacy disponibile sul nostro sito, e autorizzate il trattamento dei vostri dati personali per la sola finalità di formulazione del preventivo richiesto. I vostri dati non saranno comunicati a terzi.

Se non diversamente indicato, il preventivo comprende, oltre all’onorario, le imposte che il notaio deve versare allo Stato per conto del cliente, e le spese normalmente prevedibili per le verifiche preliminari. Il preventivo è formulato in base al grado di complessità dell’incarico e agli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento dell’incarico professionale alla sua conclusione.

Il preventivo è sempre redatto sulla base dei dati forniti dal cliente, e può subire variazioni nel caso in cui questi dati si rivelino inesatti o incompleti, oppure nel caso in cui le spese anticipate dal notaio per conto del cliente (per esempio le spese sostenute per le visure nei registri immobiliari e nel registro imprese) risultino superiori a quelle ipotizzate.

In caso di variazioni rispetto al preventivo iniziale, il notaio le comunica al cliente non appena in possesso dei dati esatti o del consuntivo delle spese effettivamente sostenute.

Il preventivo viene predisposto sulla base della normativa vigente al momento della sua redazione, e può subire variazioni o in caso di sopravvenute modifiche normative, e, in particolare, in caso di modifica delle disposizioni di carattere fiscale. In tal caso il notaio comunica al cliente, appena possibile, le variazioni intervenute.

Il saldo dell’importo preventivato deve essere pagato al notaio contestualmente alla stipula dell’atto.

Il preventivo comprende la stipula dell’atto e gli adempimenti che per legge sono a carico del notaio rogante. Il cliente, nel corso dello svolgimento dell’incarico, può richiedere servizi aggiuntivi, per i quali gli sarà comunicato apposito preventivo.